Esempio di utilizzo di un Web Worker e Session Storage

Esempio di web worker e session storage - Test Page

In questo esempio sono utilizzate altre due importanti tecnologie anche esse associate alla sigla HTML5: Web worker e Session storage.
I web workers sono in pratica un gruppo di API javascript che consentono di eseguire del codice predefinito in background, cioè senza interrompere la interazione dell'utente con la interfaccia grafica della pagina web; di fatto quindi, vengono eseguiti in un thread separato.
Il loro utilizzo quindi, è raccomandato quando si deve eseguire del codice javascript oneroso in termini di utilizzo del processore della macchina. Per motivi di sicurezza il web worker non può accedere al DOM della pagina web per la quale sta funzionando, inoltre può comunicare con la pagina a cui è associato in modo bidirezionale tramite l'invio e la ricezione di messaggi con il metodo postMessage e l'evento onmessage dell'oggetto worker.
Per vedere i messaggi del worker utilizzare la consolle log del vostro browser.
sessionStorage ci consente invece di salvare dei dati, per un totale fino a 5 megabytes per dominio, sul computer del visitatore per tutta la durata della sessione cioè fino alla chiusura del browser da parte del visitatore del sito.
Viceversa, se si vuole salvare dei dati in modo persistente anche dopo la chiusura del browser dell'utente allora la parola magica è localStorage.
Il formato di salvataggio è simile ad un array associativo, con la coppia chiave:valore. Per salvare in memoria si usa la seguente dicitura:
sessionStorage.setItem('nomechiave', 'valore'). Per leggere dalla memoria usare:
sessionStorage.getItem('nomechiave') .